Blog

I tesori di Borgo Ognissanti a Firenze

Bianco è si trova in Borgo Ognissanti: una lunga strada della zona ovest del centro di Firenze che deve il suo nome alla chiesa di Ognissanti e che corre parallela all’Arno, andando da piazza Goldoni al Prato di Ognissanti. La denominazione “borgo” ha origini antiche, in questo modo infatti erano chiamate le strade che partivano dalle porte della cerchia antica delle mura fiorentine.

Nel XIII secolo, la zona era caratterizzata dalla presenza di numerosi laboratori per la produzione della lana; nello stesso periodo giunsero a Firenze gli Umiliati che fondarono la primitiva chiesa di Ognissanti, poi ingrandita e abbellita nei secoli successivi e in cui oggi è possibile ammirare opere di Botticelli e di Ghirlandaio.

La zona era controllata dalla famiglia Vespucci, mecenati e benefattori della vicina chiesa e di altre istituzioni lungo la via. La strada è caratterizzata nel tratto iniziale da numerosi palazzi nobiliari che, proseguendo verso i confini del centro, lasciano spazio ad abitazioni più semplici e popolari.

Borgo Ognissanti è caratterizzato da angoli ed edifici affascinanti come la chiesa Evangelica Battista che prese il posto dell’antico teatro dell’Accademia dei Solleciti, dove nel 1791 venne messo in scena, per la prima volta in Italia, l’Amleto di Shakespeare.

Poco più avanti troviamo la Casa alla Rovescia, caratterizzata da un balcone sostenuto da poderose mensole, i cui elementi architettonici vennero posti al contrario in seguito, forse, ad una querelle tra architetto e committente.

L’ospedale vecchio di San Giovanni di Dio nato tra il 1382-1388 grazie alla generosità di Simone di Piero Vespucci e diventato nel 1588 l’ospedale dei Fatebenefratelli. Nel 1702 l’ospedale venne ristrutturato e conserva tutt’oggi nel vano d’ingresso una monumentale scalinata considerata uno dei capolavori del barocco fiorentino.

Proseguendo la passeggiata troviamo Casa-Galleria Vichi: l’unico edificio in stile Liberty superstite nel centro di Firenze, risale al 1911 e venne progettato dell’architetto Giovanni Michelazzi.

Per concludere la passeggiata in bellezza, se ti va, fai una sosta da Bianco è.

Photo Credits

Tutto a rovescio di aldoaldoz, Flickr CC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *